Lega Lombarda chiede espulsione di Reguzzoni e dei bossiani

di REDAZIONE

Il Consiglio nazionale della Lega Lombarda ha proposto l’espulsione dell’ex capogruppo alla Camera, Marco Reguzzoni, dell’assessore lombardo allo Sport, Monica Rizzi e degli ex parlamentari, Marco Desiderati e Alberto Torazzi. Lo si e’ appreso al termine della riunione, avvenuta in serata nella sede di via Bellerio. Si tratta delle prime proposte di provvedimenti disciplinari per esponenti ‘bossiani’ lombardi, dopo le elezioni e le contestazioni al raduno di Pontida. Le decisioni finali spettano comunque al Consiglio federale della Lega Nord e, per coloro che hanno piu’ di dieci anni di militanza, vi e’ la possibilita’ di appello al comitato di disciplina guidato dal presidente federale Umberto Bossi.

“In mezzo alla situazione economica e politica che stritola il Paese e all’evidente crisi che attraversa la Lega, il Consiglio nazionale del movimento che fa? Unisce, come chiesto da Bossi e Maroni a Pontida? Rilancia una nuova strategia politica? No, propone espulsioni senza motivazioni. Ci sentiamo tutti delle vittime: e’ una vicenda che si commenta da sola”. A dichiararlo e’ l’ex capogruppo della Lega Nord alla Camera, Marco Reguzzoni.

Come si vede la guerra interna sta arrivando all’atto conclusivo e rischia di trasformarsi in una telenovela, visto che i candidati a essere espulsi, una volta che il provvedimento dovesse essere confermato dal Consiglio federale, potranno appellarsi proprio a Umberto Bossi, come prevede il nuovo statuto.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

LA DITTATURA DEMOCRATICA DEI LAVORATORI GARANTITI

Articolo successivo

Vecchi e nuovi schiavi, una storia che viene da lontano