Lega: gara fra Bernardini, Bossi, Salvini, Stefanazzi e Stucchi

di REDAZIONE

Il dado è quasi tratto, sono cinque i  pre candidati ammessi alla raccolta firme per poter partecipare alle primarie del 7 dicembre per la corsa a segretario federale della Lega Nord in sostituzione dell’uscente Roberto Maroni. Si tratta, in ordine alfabetico, di: Manes Bernardini, Umberto Bossi, Matteo Salvini, Roberto Stefanazzi e Giacomo Stucchi.  Esclusi per vizi di forma il romagnolo Gianluca Pini, Ferdinando Flora (commercialista campano militante a Milano) e il trentino Erminio Boso.

Bossi era stato il primo a presentare il modulo per la richiesta di raccolta firme, una settimana fa. Il consigliere regionale dell’Emilia Romagna ed ex candidato sindaco di Bologna, Manes Bernardini, e il consigliere comunale di Vizzola Ticino (Varese), Roberto Stefanazzi, l’avevano presentata alla fine della settimana scorsa, mentre il presidente del Copasir, il bergamasco Giacomo Stucchi, si e’ recato in via Bellerio stamane per ufficializzare la sua richiesta.

“Abbiamo un lasso di tempo per cercare, ancora di piu’, una candidatura unitaria o largamente prevalente”. Cosi’ il responsabile organizzativo della Lega Nord, Roberto Calderoli, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano conto delle cinque candidature alla segreteria federale del movimento. “Sono pre-candidati – non e’ detto che da cinque nomi alla fine ci siano cinque candidati”, ha precisando Calderoli spiegando che la raccolta firme a sostegno delle pre-candidature iniziera’ il 15 e si concludera’ il 28 novembre. Coloro che avranno raccolto almeno 1.000, massimo 1.500 firme, potranno poi concorrere all’elezione diretta del segretario, che avverra’ il 7 dicembre.

DA QUESTO MOMENTO CAMBIA ANCHE IL NOSTRO SONDAGGIO: DOPO LA PRIMA FASE CHE HA VISTO PREVALERE DI GRAN LUNGA MATTEO SALVINI FRA GLI IPOTETICI CANDIDATI, ADESSO I LETTOI DE L’INDIPENDENZA POSSONOVOTARE DIRETTAMENTE I PRE-CANDIDATI UFFICIALI.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Verona: c'era una volta Fieracavalli, oggi babele wurstel e crauti

Articolo successivo

Il 5% dei "pensionati d'oro" pesa quanto il 44% di quelli a 1000 euro