L’indipendentismo non ha bisogno di nuovi arruffapopoli

di GIACOMO CONSALEZ

Mentre scrivo, il congresso leghista di Assago non è ancora finito, ma davvero non fa differenza come finisca.  Per me la Lega è stata talmente inadeguata, 1) da non ottenere neanche mezzo degli obiettivi che aveva proclamato ai quattro venti, e 2) da riuscire nel compito arduo di costruire un sentimento di orgoglio patrio italiano in contrapposizione allo schifo leghista. La Lega ha rinsaldato il sentimento di devozione ad uno stato truffatore, ladro, estorsore come quello italiano. La Lega è stata pienamente funzionale alla propaganda nazionalista italiana.

Fare conto sul cimitero delle menzogne riunitosi sabato 30 giugno ad Assago vuol dire avere paura di vivere da uomini liberi. La speranza di cacciare l’italia dalle nostre case si costruisce prendendo la lega ad esempio di tutto ciò che NON VORREMMO MAI PIÙ VEDERE, per poi FARE IL CONTRARIO DI CIÒ CHE LA LEGA HA FATTO.

Lo so che in Lega ci sono stati uomini onesti e che la lega li ha traditi, e so che ci sono ancora molte persone per bene, benché di dubbia saggezza, che sostengono la lega per mancanza di alternative, ma a maggior ragione non comprendo questa speranza di veder resuscitare la carogna decomposta.

Il fatto grave è che tra i lettori di questo giornale e tra i promotori dei gruppi indipendentisti ci sono poche persone in grado di vedere al di là degli slogan ruttati per decenni da Bossi. Guardiamoci in faccia: il movimento padanista era ben poca cosa sin dall’inizio, pur con luminose eccezioni prontamente relegate ai suoi margini, vedi Miglio e poche dozzine di altri.

Reset. Start fresh. Cancellare tutto. Ricominciare da capo. È dura, siamo vecchi e stanchi, ma è l’unica. Oggi abbiamo bisogno di gente alla Lottieri, Vitale e simili. E c’è bisogno di giovani ispirati, onesti, entusiasti, preparati. Per un altro arringapopoli sbracato c’è tempo, ammesso e non concesso che lo vogliate. Per me mai più.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Nuova rapina dello stato ladro: si vuole prendere gli immobili dei Comuni

Articolo successivo

Kenya, due chiese sotto attacco a Garissa: una decina i morti