LEGA: A MODENA IL PD OCCUPA LE PARROCCHIE

di REDAZIONE

A Modena, “i militanti del Pd si sono letteralmente appropriati di alcune parrocchie, a volte con l’accondiscendenza del sacerdote, altre volte marginalizzando il prete”. L’accusa arriva dai segretari della Lega Nord modenese, Stefano Bellei e Riad Ghelfi, che si fanno portavoci di “segnalazioni” di diversi credenti, e chiedono alla Curia di intervenire. Di nomi se ne fa solo uno, quello del segretario cittadino del Pd, Giuseppe Boschini, che “e’ stato per anni un catechista nella parrocchia di Sant’Agnese, per poi passare, senza soluzione di continuita’, a ricoprire un ruolo di primo piano nella politica cittadina”. La Lega Nord, raccontano Bellei e Ghelfi, “e’ piena di cattolici che si trovano sempre piu’ a disagio nel frequentare le parrocchie. Stesso disagio vivono anche i cattolici di altri schieramenti. E tutto questo forse non e’ il motivo principale del crollo della pratica religiosa, ma sicuramente contribuisce in maniera notevole”. Dunque, “auspichiamo un intervento della Curia per porre un freno a un andazzo che rischia di trasformare le parrocchie in sedi di partito, con conseguenze negative per la societa’ e la Chiesa stessa”, concludono gli esponenti del Carroccio.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

FORMIGONI: QUANDO IL PIRLA E' SOLO "VOCATIVO"

Articolo successivo

TRIBUNALI LOMBARDI: "NO AL TAGLIO SEDI DECENTRATE"