Le Regioni tagliano i medici per errore a 2 milioni di italiani

Per un mero errore interpretativo, alcune Regioni hanno deciso di impedire ai medici in formazione di assumere incarichi provvisori e di sostituzione di medicina generale, lasciando quasi 2 milioni di cittadini senza medico di famiglia, migliaia di ambulatori territoriali di Continuità assistenziale (ex guardia medica) scoperti e centinaia di presidi di emergenza territoriale senza medici del 118. La denuncia arriva dalla Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg).

 

“Stiamo assistendo ad uno scandaloso paradosso – commenta la Segretaria nazionale della Fimmg Formazione, Erika Schembri – più di 5mila medici che finora hanno garantito l’assistenza a milioni di cittadini non potranno più farlo, a causa di un’interpretazione arbitraria di alcune Regioni che hanno deciso di impedire a questi medici di mantenere gli incarichi e di riconoscerli come parte del percorso formativo, per un mero dubbio su quanto previsto dalla normativa vigente”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Milano a 30 all'ora in auto? La critica: Città per ecofighetti. Monopattini e bici elettriche vanno più veloci

Articolo successivo

Emissioni CO2, il 36% arriva dagli edifici