LE INDICAZIONI DI FNOVI PER LE STRUTTURE MEDICO VETERINARIE

Come noto, l’8 marzo il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato un nuovo Decreto che sostituisce i DPCM del 1 e 4 marzo 2020 e stabilisce nuove misure di contenimento della diffusione del COVID-19.
Fnovi ha ritenuto opportuno redigere e mettere a disposizione dei medici veterinari due documenti con indicazioni per la corretta applicazione delle norme.
Il primo elenca le misure da adottare nelle strutture medico veterinarie, ricordando che le attività medico veterinarie, in quanto servizio essenziale e di pubblica utilità (confermato anche dal DPCM del 1° marzo ), non rientrano in categorie con esplicite e specifiche restrizioni quindi si applica il principio di limitazione generale della mobilità.

Nello specifico il Decreto consente lo spostamento nei casi in cui uno dei seguenti 3 criteri è soddisfatto: 1. comprovate esigenze lavorative 2. situazioni di necessità 3. spostamenti per motivi di salute.
L’operatività di una struttura veterinaria soddisfa il criterio di “comprovata esigenza lavorativa” e, in alcuni casi, anche quello di “situazione di necessità” e ciò presuppone che l’attività delle strutture veterinarie all’interno della nuova zona restrittiva possano procedere normalmente.

Il secondo documento può essere personalizzato e stampato per essere affisso nelle sale d’attesa.
In allegato anche le due circolari citate nel testo delle indicazioni.

Fonte Fnovi.it

https://www.fnovi.it/node/48451

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Esclusivo lindipendenza / Nessun Paese è pronto per rischio biologico. Ecco il Rapporto 2019 sulla sicurezza sanitaria globale

Articolo successivo

Senzasconti, Boni, Reho, Rossati ad Antenna 3