Le bare del sindaco Orlando

“La situazione del Cimitero di Palermo assume dimensioni sempre piu’ gravi e preoccupanti. Con il caldo le bare insepolte, che sono circa mille, cominciano a subire danneggiamenti fino ad esplodere, aggiungendo allo strazio un’emergenza sanitaria seria. Non e’ una situazione tollerabile ed accettabile ed e’ impossibile affrontarla con strumenti ordinari. Il governo intervenga a sostegno del sindaco Leoluca Orlando, cosi’ come chiesto dal Partito Democratico di PALERMO e dal PD Sicilia, conferendogli poteri commissariali e risorse straordinarie”. A dirlo Nicola Oddati della direzione nazionale del Partito Democratico.

Cerchiamo di capire…. La gestione cimiteriale è un fallimento e al sindaco devo essere dati super poteri? E prima dov’era il sindaco?

Fatto sta che è emergenza sepolture a Palermo, con circa mille bare – 242 bare a terra e altre 733 sugli scaffali dei depositi – in attesa di una sistemazione dignitosa. La cronaca riporta ora di una  annunciata ordinanza sindacale “contingibile e urgente”, finalizzata “a porre in essere ogni azione”, anche di “natura derogatoria” che “consenta di agire immediatamente”, e conclusione entro e non oltre il 31 ottobre, in ordine all’avvio delle gare per la realizzazione del campo di inumazione e per la riattivazione del forno crematorio, avvalendosi di tutte le norme acceleratorie poste in essere recentemente per la realizzazione rapida delle gare; collocazione transitoria delle bare, con precedenza per quella poste a terra, nei loculi liberi presso il Cimitero di Sant’Orsola, anche indipendentemente dalla preferenza espressa nell’immediato dai familiari.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Facebook chiude profilo dei talebani su Whatsapp

Articolo successivo

Il pizzaiolo afgano di Padova: "Salvate la mia famiglia". Ma per qualche politico del Nord non c'è spazio per loro