Lamoregese denuncia usura. Bernardelli: Ma governo aiuta le imprese? E il fisco al 43%? Chi è il vero usuraio?

di Roberto Bernardelli –  Il governo non ha di fatto sostenuto le imprese. Pochi spiccioli. Per non parlare della tassazione al 43%. Poi però leggiamo che il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in occasione della giornata “Legalità, ci piace!” organizzata da Confcommercio, parla di usura e attacca giustamente questo reato. Ma cosa offre lo Stato come misure di sicurezza per le aziende e i privati, le famiglie? Persino la moratoria sui mutui va a morire. E siamo in tempo di guerra, ce lo ricordano, viviamo da un anno con il coprifuoco ma misure di vero sostegno non ne arrivano. Poi però ci sono i soldi per il reddito di cittadinanza e il ponte di Messuna sullo Stretto.

Ecco le parole del ministro, così ci facciamo due risate. “L’usura è un reato di tipo sommerso, proprio per la difficoltà che hanno le vittime di denunciare. Talvolta dobbiamo spingere, con campagne di informazione, i cittadini a intervenire e far presente questa situazione di difficoltà”.

“L’azione dello Stato non deve essere solo un’attività repressiva ma occorre ci sia anche un ruolo decisivo della capacità di fare squadra – aggiunge il capo del Viminale – Tante le manifestazioni civili di disagio, facili le strumentalizzazioni come abbiamo visto, ma le forze di polizia hanno operato al meglio, cercando di coniugare la determinazione nel rispetto delle regole anche con quei principi di umanità che non devono mai essere lasciati da parte”.

Parole parole parole.

Onorevole Roberto Bernardelli, presidente Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Da 1° giugno ripartono ristoranti al chiuso e palestre. Dal 1° luglio al via congressi e fiere, terme e parchi tematici

Articolo successivo

Moratorie sui prestiti, come va a finire per 158 miliardi di prestiti