La trappola dell’Europa non federalista

di Mario Di Maio – Non mi stancherò mai di ricordare che tramite il “pensionamento” della CEE, che aveva realizzato una proficua convivenza tra gli Europei, i poteri finanziari internazionali li hanno intrappolati in un sorta di gabbia , l’U.E., spacciata per “naturale sviluppo” della CEE stessa, e che invece ha provocato disaccordo e divisioni. Per effetto inoltre del concomitante abbandono dell’ Radici Cristiane, molti delitti sono stati trasformati in “diritti” talora addirittura prioritari. E la “prova del nove” del conseguente disorientamento e’ venuta dalla Gran Bretagna e la sua “fuga per la vittoria”.

Per quanto ci riguarda, il povero Avv. Conte e’ costretto a fare il giro dell’ Europa per cercare di capire quale è il genere di solidarietà praticabile all’interno del guazzabuglio che si è creato a Bruxelles e ovviamente anche nelle Capitali del Vecchio Continente.
Ma se, dopo tanto tempo, nell’U.E. ci si interroga ancora sul modo di risolvere i problemi che via via si presentano è segno che l’U.E. non è una unione ma una trappola.
Gli “addetti ai lavori” da sempre invocano un modello federale come unico toccasana auspicabile, ma i poteri forti non lo vogliono, e sulla stampa “che conta” non se ne parla mai.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

SPECIALE 1000 giorni senza autonomia / Boni, Grande Nord sabato 18 a Milano per chiedere la liberazione della Lombardia da Roma

Articolo successivo

SPECIALE 1000 giorni senza autonomia / RIZZI (GRANDE NORD): IO SOGNO LA BAVIERA