Si salva la Fornero sciagurata e piagnona. Mentre la Rai è nel guano

di TONTOLO


La Camera ha votato la mozione di sfiducia contro il ministro del Welfare, Elsa Fornero, presentata da Lega e Idv.La mozione è stata respinta: “Siamo contenti dell’esito del voto di oggi, perche’ fra gli 88 che hanno votato la mozione, gli astenuti e gli assenti, sommiamo 195 deputati: non e’ poca cosa, e’ un buon numero”. Cosi’ Gianpaolo Dozzo, capogruppo della Lega nord alla Camera, a proposito della mozione di sfiducia al ministro del Lavoro Elsa Fornero.

Bene, ovviamente il governo non poteva che difendere la sua ministra sciagurata e piagnona e così i partiti che sostengono la maggioranza non potranno che accodarsi, pena la caduta dell’esecutivo. E tuttavia qualche manovra per tentare una specie di “golpe” mi pare di averla intravista ieri quando la Commissione di Vigilanza è stata chiamata a votare i 7 consiglieri di amministrazione della Rai. Nonostante la Lega abbia da tempo annunciato di votare scheda bianca, a un certo punto ha fatto convergere i proprio voti sulla candidata del Pdl Luisa Todini, che poi non è passata insieme a tutti gli altri per alcuni vizi nella votazione. Sospetto è che il Carroccio abbia dato la propria disponibilità a votare un consigliere del Pdl in cambio dell’appoggio del partito di Berlusconi alla mozione di sfiducia, appoggio che però ufficialmente non è poi arrivato, sebbene le numerose assenze al momento del voto facciano intendere che soprattutto dentro il Pdl la ministra sarebbe stata volentieri buttata a mare.

E intanto per la Rai la votazione odierna è saltata a causa di un senatore del Pdl, Paolo Amato, il quale ha fatto sapere che non avrebbe votato come da indicazioni di partito e s’è dichiarato pronto a dimettersi dal gruppo parlamentare. Così la votazione è slittata e adesso il segretario del Pd Bersani chiede il commissariamento della Rai.

Insomma, quando c’è di mezzo la televisione pubblica, i partiti entrano immediatamente in fibrillazione e perdono la testa e determiano una situazione di m…

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

"INDIPENDENCE DAY" AI TEMPI DI UN'ALTRA AMERICA

Articolo successivo

4 luglio 1299, a Capo d'Orlando la Sicilia salvò sé stessa