LA PAZZA IDEA DEL CAV FREGOLI: STAMPIAMOCI NOI I SOLDI

di TONTOLO

E’ tornato, più pazzo di prima, per sua stessa ammissione. «Se si continua così sarà difficile, ho idee pazze per la testa che per ora non voglio dirvi… Noi siamo monolitici, e come dice il nostro segretario Alfano ‘o si sta uniti, in squadra o ciascuno di noi si perderà in proprio». Il Cavalier Pequenio, ossia Silvio Berlusconi, ha pronunciato questa frase all’assemblea dei gruppi del Pdl. Si è trattenuto meno di un’ora e poi ha sparato: «Vi svelo la pazza idea che ho in mente: cominciamo a stampare l’euro con la nostra zecca…».

Il Cav è l’impareggiabile Fregoli della politica italiana. Quando stava al governo si vantava di essere amicone di tutti (Ma almeno Sarkò e la Merkel non hanno mai nascosto di sopportarlo), di dettare lui la linea agli altri e invece nel segreto dei consessi europei e mondiali si limitava a prendere ordini o a sparare cazzate che come tali gli altri grandi consideravano. Adesso che è fuori dalla stanza dei bottoni e che il suo partito rischia di disperdersi in mille rivoli, visto che si è già liquefatto, è convinto di saper ancora usmare l’aria del popolino e spara le nuove bordate per cercare di tornare al centro della scena e per lisciare il pelo ai cittadini preoccupati e che lui definisce “sotto choc”. “Dobbiamo andare in Europa a dire con forza che la Bce deve iniziare a stampare moneta. Così cambia l’economia. La Bce deve cambiare la propria missione, altrimenti, in caso contrario, dovremmo avere la forza di dire ‘ciao ciao Europa’ o dire alla Germania o alla Francia di uscire loro dalla crisi se non sono d’accordo”: lo dice adesso, ma perché non l’ha fatto quando governava?

“La crisi economica non è risolvibile dal nostro interno. Il governo Monti deve riprendere da dove avevamo lasciato”. O mio dio: ci ha lasciato sull’orlo del precipizio, dal quale il grigio rigor Montis ci ha solo levato per qualche momento, a suon di tasse martellanti, ma poi nel precipizio ci finiremo lo stesso e con un botto ancor più fragoroso.

“Sono a disposizione del partito se mi volete… Non come candidato alla presidenza del Consiglio, non come candidato al Colle, non come centravanti insomma, ma come allenatore! “. Se mi volete… ma che simpatico il Cavalier Pequenio: lo sanno tutti che non lo vogliono più, ma lui li tiene per la collottola o meglio per le palle, senza le sue palanche dove vanno quei quattro sciammanati? A cagher…

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

RISCALDAMENTO GLOBALE: AVREMO MENO DESERTO PIU' VERDE

Articolo successivo

VENETO STATO: "ARRIVATI I PRIMI AIUTI IN EMILIA"