La Nato: tra i rifugiati terroristi e foreign fighters

173rd Nato Military Committee in Chiefs of Defence SessionNel flusso quotidiano di rifugiati verso l’Europa ci sono terroristi, criminali e foreign fighters: lo ha affermato in una audizione davanti ad una commissione del Senato il comandante Nato in Europa, gen. Philip Breedlove. A suo avviso, l’Isis “si sta diffondendo come un cancro” in questo mix, “sfruttando il vantaggio di vie di minor resistenza, minacciando l’Europa e noi stessi”.
Breedlove ha anche accusato la Russia di aver “enormemente esacerbato il problema” con le sue azioni in Siria.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

"La Svizzera ritira la richiesta di adesione all'Ue"

Articolo successivo

Mangiati per metà dalle tasse. Il resto è lavoro nero