/

La LIFE lancia “Solidarietà Veneta”. Incontro a Grisignano ad ottobre

di LUCIO CHIAVEGATO

Egregio Direttore, con la presente sono ad informarvi che il giorno 12 Ottobre, dalle ore 10 alle 14, ci ritroveremo presso l’Hotel Venice, uscita A4 Grisignano (VI), per discutere con tutti gli appartenenti dei vari movimenti e partiti indipendentisti Veneti e non di come portare la pratica alle tante teorie finora sviluppate per il raggiungimento della nostra libertà.

L’iniziativa parte dal LIFE, organizzazione esperta in materia di contrasto allo stato occupante italico, ma la riunione sarà aperta a tutti appartenenti o no al LIFE. Come lei ben sa, il LIFE, è stato aperto a tutti, imprenditori, dipendenti, e a tutte le categorie sociali in quanto i problemi che ci affliggono sono ormai comuni e solo facendo gruppo potremo salvaguardare quel che resta delle nostre proprietà e sacrifici di generazioni passate.

In questa prima riunione, denominata “SOLIDARIETA’ VENETA” , discuteremo proprio di questo. Non è mia intenzione e di nessuno dei presenti di costituire un nuovo movimento o partito, ne abbiamo abbastanza e di divisioni portate da questi ne abbiamo avuto a sufficienza, ora noi siamo a richiamare le persone Venete che vogliono passare dalle chiacchiere ai fatti. Io credo che l’indipendenza del Veneto e dei Popoli Liberi sia imminente visto il fallimento dell’italia e della politica europea, ma senza una preparazione alla difesa saremo costretti a restare in mutande (se va bene). Cosa fare quindi di fronte alle sempre più esose richieste dell’occupante? Cosa fare di fronte alla GdF, Equitaglia, Enti parassitari vari? Che faremo? Invocheremo  la carta dei diritti dell’uomo o li respingeremo a pedate? Da soli o organizzati in squadre di difesa? Lasceremo che si prendano le nostre case e fabbriche o le difenderemo o magari le daremo alle fiamme piuttosto che lasciarle nelle loro mani?

Credo che la materia da trattare sia vasta, noi proviamo a stilare un patto tra persone oneste che sono e saranno pronte a difendere chi ne avrà bisogno. Non lasciamo che “l’itaglia” ci dissangui prima di arrivare alla libertà.

Quindi invitiamo tutti gli appartenenti liberi dei movimenti indipendentisti, non discuteremo se sia giusto il referendum o il plebiscito o l’autodeterminazione all’ONU, parleremo SOLO di chi è disposto a lottare realmente per salvare il salvabile. Ognuno rimanga poi nelle proprie convinzioni. E’ una buona occasione per vedere le persone concrete, per contare definitivamente quanti Veneti ci sono e quanti sono i Rambo da osteria

Sarà un piacere avere anche chi condivide la nostra esperienza fuori dal Veneto, e spero di avere voi come ospiti visto che nessun giornalaio italico sarà invitato.

WSM

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Cittadinanza: la politica dello Stato italiano è una follia solo per incassare soldi

Articolo successivo

Ho fatto un sogno, il Cav proclama la Repubblica di Arcore