La Lega scende ancora. Bernardelli: il Nord sta a guardare?

di Roberto Bernardelli – Ieri il Corriere della Sera ha pubblicato gli ultimi sondaggi con i potenziali orientamenti di voto.

Il dato incontrovertibile più evidente è la progressiva parabola discendente della Lega di Salvini. Senza il Nord, la Lega dal 30 e passa per cento è arrivata al 23,5%.

Passata la sbornia dei barconi e le promesse elettorali con una Lega che ha vinto col centrodestra ma che è andata poi al governo con i suoi oppositori, per poi andarsene senza spiegarne le ragioni, il consenso scende inesorabilmente.

Euro sì euro no. Auti dall’Europa no… il signor No anche in queta pandemia non ha mai affrontato la questione settentrionale né la sperequazione del residuo fiscale. Eppure sarebbe facile, la prima flat tax è quella di restituire al Nord le tasse che versa in più. Non serve altra riforma fiscale più immediata se non quella di rispettare il dare e l’avere. L’autonomia, in poche parole semplici. Che ci vuole? Caro Fontana, la Lombardia ad esempio, ne avrebbe di cose da fare…

Il Nord resta a guardare? I sondaggi ci dicono altro. La disillusione è un dato di fatto.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

LA QUESTIONE DEL RAZZISMO NON VALE QUANDO SI TRATTA DI RELIQUIE FASCISTE?

Articolo successivo

Sono guarito dal Covid. I ringraziamenti all'equipe dell'Ospedale di Cremona