La giustizia made in Italy. “Loggia Ungheria”, Davigo sentito da pm a Roma come persona informata sui fatti

Piercamillo Davigo, ex consigliere del Csm, e’ atteso per oggi come teste dai pm di Roma nell’ambito dell’indagine in cui Marcella Contrafatto, sua segretaria fino a quando non e’ andato in pensione, e’ accusata di aver diffuso in forma anonima ad alcuni giornali i verbali secretati degli interrogatori resi tra dicembre 2019 e gennaio 2020 dall’avvocato Piero Amara ai pm di Milano sulla presunta loggia Ungheria. L’impiegata, ora sospesa, e’ indagata per calunnia poiche’ i verbali sono stati accompagnati da una lettera in cui si tacciava di inerzia i vertici della Procura milanese. Davigo sara’ sentito come persona informata sui fatti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Arriva il Green Pass. Ma il coprifuoco resta.

Articolo successivo

Scozzesi al voto sognando di tornare in Europa?