La ghigliottina del nuovo default sul rosso da 100 e 500 euro

“Lo spirito da ‘costruttori’ annunciato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio di fine anno si infrange ben presto se il Governo non dovesse intervenire per modificare le nuove regole europee sul credito”. Lo dichiara in una nota il presidente nazionale della Fapi (Federazione autonoma piccole imprese), Gino Sciotto. “E’ inaccettabile – aggiunge il leader della Fapi – che sforando di 100 euro, i singoli correntisti, e 500 per le imprese per 90 giorni, superando appena l’1% dell’affidamento, per finire in default. Si tratta di regole assurde alla luce della grave crisi economica che ha investito l’Italia e la stessa Europa a causa della pandemia. Al presidente del Consiglio Conte chiediamo di intervenire con un decreto legge per fermare delle regole europee sul credito assurde che faranno rallentare ulteriormente l’economia del Paese”,

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Sala: quei politici che strizzano l'occhio ai novax per i voti

Articolo successivo

Centro Studi Dialogo. Incontri su autodeterminazione, venerdì 8 gennaio il prof. Bernardini. Università Insubria in rete