La decrescita felice la stanno applicando a modo loro, questi improvvidi

di Giancarlo Rodegher – La decrescita felice la stanno applicando a modo loro, questi improvvidi.
Nelle settimane scorse ho potuto per diversi motivi frequentare bar, ristoranti, cinema, teatro, piscina e altri posti che si frequentano normalmente per fare vita sociale.
Ebbene, udite, udite, non solo non mi sono preso il Covid ma posso dichiarare senza ombra di smentite che sono i luoghi più sicuri, assieme alle scuole che si possano trovare.
Aggiungo naturalmente che ci sono bar e bar, luoghi di ritrovo e luoghi di ritrovo. Le movide così chiamate sono ben individuabili e circoscritte e dunque si potevano sottoporre e controlli ferrei.
Ma no !! Cosa fanno gli improvvidi….per non chiamarli con altro aggettivo offensivo….chiudono alle 18:00 tutte queste attività. Queste attività hanno speso soldi e fatica per mettersi in regola con i vari protocolli ed ora dovendo chiudere alle 18:00 ( che ora strana….) possono anche chiudere definitivamente le loro attività. Tutti sappiamo che un ristorante in particolare inizia a lavorare verso le 05/06:00 del mattino e dopo la colazione resta in attesa della cena serale. Chiudere alle 18:00 vuol dire chiudere dopo le 15:00….ma chi è stato il genio incompreso che ha pensato questo orario? Abbia il coraggio di dire il suo nome che lo ricorderemo nei libri di storia di una Italia alla mercè di inconsapevoli personaggi improvvidi e incompetenti.

Questa volta il governo ha toppato di brutto o lo ha fatto scientemente? Lo ha fatto scientemente dico io perchè far chiudere alle 18:00 dimostra chiaramente la volontà di massacrare tutti queste attività, come dire abbasso la cultura, lo sporto e qualsiasi ritrovo in cui si socializza o magari in un ristorante si possono concludere affari e contratti ed altro ancora.
Siamo alla follia che ci porterà al disastro finale prossimo futuro.
Ma facciamo l’ipotesi che lo abbiano fatto non scientemente ma sull’onda dei contagi e del CTS, ma loro la logica, il buon senso ce l’hanno o ne sono sprovvisti?
Sono esterrefatto di come siamo considerati da questi del Governo. E che dire di Mattarella il quale non solo approva ma firma tutto, ma proprio tutto e solo con il governo giallo verde aveva il coraggio di fare qualche appunto.
Signori, le proteste di Napoli, Roma, Catania sono solo il preludio a proteste ben più estese e violente se questo governo non farà qualche passo indietro rispetto ai DPCM sin qui varati.
E’ vero c’è una pandemia, ma ce ne sono altre due ben più gravi e cioè quella di questo governo, diventata una vera pandemia politica e quella economica già in atto e che esploderà tra pochi mesi per cause di forza maggiore.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Parchi permanenti: "CHIUSURE IMMOTIVATE. NON TOLLEREREMO ULTERIORI SILENZI"

Articolo successivo

"Pronti a denunciare selezione dei ricoveri Covid". Rizzi: la sanità eccellente batta un colpo