/

La circolare demenziale antievasione

La CICALAfisco rapina

Mi è capitata …tra le zampe una circolare dell’Agenzia delle entrate del 6 agosto che recita : “Prevenzione e contrasto dell’evasione – Anno 2014 – Indirizzi operativi “, caspita, mi sono detta ma che roba è? Perché il fisco scrive in pieno periodo ferragostano il vademecum del contrasto all’evasione fiscale? E allora me la sono letta per benino. Penso che nessuno abbia pubblicato questa chicca, perché allora tenerla nascosta? Ecco come i controllori del fisco si “dovrebbero muovere”.

Si parla di dare attuazione all’art. 38 del D.P.R. 600/73 e dal DM 24/12/2012 ( redditometro). Un nuovo sistema informatico “VE.R.DI.” che nel corso dei prossimi mesi tutte le direzioni provinciali dovranno utilizzare “con spirito propositivo” per migliorarne la funzione. Ma come? Un sistema operativo prima del rilascio non deve essere testato dagli esperti? E invece il fisco italico cosa fa? Chiede agli operatori di testarne e trovare elementi di miglioramento! ( solo in Italia accade). Il Verdi ( non il compositore ma questo nuovo investigatore informatico) dovrà utilizzare i dati in suo possesso e calcolare la differenza tra il reddito dichiarato e la capacità di spesa manifestata…..e …voilà, ecco trovati i SOGGETTI A RISCHIO. Si richiama l’attenzione alla VERBALIZZAZIONE durante il confronto con il contribuente al fine di non commettere errori !!?? Ma questa è ancora più bella: per le verifiche parziali e automatiche si utilizza il G.I.A.R.A. che confronterà redditi di lavoro dipendente, assegni periodici corrisposti al coniuge, e la locazione fabbricati dove il contribuente è il medesimo….

Inoltre c’è l’applicativo I.Con.A., altro termine molto strano che misura i redditi parzialmente o totalmente non dichiarati quali ad esempio :
– fondiari da “immobili fantasma”;

– di lavoro dipendente e assimilati (tra i quali quelli derivanti da assegni periodici);

– di partecipazione in società di persone e in SRL in trasparenza;

– diversi e di lavoro autonomo abituale e non professionale;
La circolare continua descrivendo che SO.NO.RE (??) è da utilizzare per l’attività di contrasto ai fenomeni di fittizio trasferimento all’estero della residenza fiscale ….. grazie alla selezione delle persone fisiche che, “pur risultando formalmente non residenti ai fini fiscali in Italia, presentano tuttavia indizi di collegamento col territorio nazionale in quanto percepiscono redditi ricorrenti, dispongono di immobili o conti correnti, ricevono afflussi di capitale”.
Per finire… ..perché mi è già venuta l’orticaria c’è anche INDEX …. Che fa? Ciliegina sulla torta….” INDEX” incorpora tutti i dati dei redditi di fonte estera prodotti da residenti italiani. Questo permette un ulteriore incrocio dei dati.

Se avevate ancora un minimo dubbio che con tutto l’arsenale a disposizione del fisco e l’evasione è di proporzioni incredibili e tutto è lasciato andare, eccone la prova.

 

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. La lotta all’evasione fiscale ha lo scopo di assicurare emolumenti agli addetti. Che poi l’evasione la trovino o non la trovino, non è importante, ché il reddito “legalmente rubato” è assicurato.
    L’Italia è irriformabile, servirebbe la ghigliottina per nobili ed accoliti, ma poichè gli italiani sono dei baciapile, non la useranno e lo stato si disintegrerà.
    Come un organismo con l’ulcera, lo stato si mangerà il suo sangue e poi schiatterà.

  2. Ma se io prendo VE.R.DI. e lo chiudo dentro una G.I.A.R.A. al fine di valutarne le capacità SO.NO.RE. questo mi suonerà l’Aida in dolby surround o cagherà dentro il trombone e mi inviterà a buttarci uno sguardo dentro quando ha finito ?

    No ma, chi è l’idiota che si inventa certi acronimi ? Una delle cose più ridicole dell’italia è che praticamente ogni documento o procedura ha il suo acronimo, senza contare gli uffici…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Veltri: confisca beni mafiosi? Una bufala di Stato e ministri dell'Interno

Articolo successivo

Torna il voto per censo. E' la riforma Renzi