La carica dei 101mila disoccupati in più (quasi tutte donne). Bernardelli: Mentre a Roma parlano di massimi sistemi e “programmi”

di Roberto Bernardelli – L’argomento di cui dovrebbe occuparsi la politica, dalla maggioranza all’opposizione è che secondo l’Istat, il mese scorso gli occupati sono diminuiti di 101.000 unità: 99.000 sono donne e appena 2.000 uomini. Nei dodici mesi, il saldo negativo di 444.000 unita’ è ulteriormente composto da 312.000 donne e 132.000 uomini.

Mentre i partiti discutono di distribuzione dei ministeri e “ripresa”, il tasso di disoccupazione è salito al 9,0%.

Ma ce n’è per tutti, dai lavoratori dipendenti agli autonomi. Questi ultimi  sono diminuiti il mese scorso di 79.000 unita’ (80%), i dipendenti di 23.000 unita’. Nell’arco dell’anno gli indipendenti sono scesi di 209.000 unita’.

Una strage degli innocenti. Mentre i partiti discutono di toghe, di processi a chi ferma gli sbarchi, come se la politica dovesse occuparsi solo di questo.

Chiediamoci come mai a farne le spese sono sempre i soliti, mentre buffoni e guitti saltano da destra a sinistra che è un piacere.

Onorevole Roberto Bernardelli – Presidente Grande Nord

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Conegliano Veneto, Silvia Marcon passa a Grande Nord

Articolo successivo

Il voto di primavera, il rinascimento lombardo riparte dai Comuni del Nord