La Caporetto delle bollette

“Una Caporetto! Al rincaro di novembre del 13,7% si aggiunge ora quello di dicembre. Bollette da infarto, insostenibili per troppi italiani” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando quanto stabilito da Arera, ossia che dal primo dicembre, per tutto il mese, la bolletta del gas salirà del 23,3% rispetto ai prezzi di novembre per la famiglia tipo del mercato tutelato che consuma 1.400 metri cubi di gas all’anno.

Secondo lo studio dell’Unc, per una famiglia tipo in tutela il +23,3% significa spendere su base annua 400 euro in più. La spesa totale nei dodici mesi arriva alla cifra stellare di 2113 euro, che sommati ai 1434 della luce già scattati dal 1° gennaio 2023, determinano una stangata complessiva pari a 3547 euro.

“Il Governo si sta dimostrando del tutto inadeguato ad affrontare questa emergenza nazionale, limitandosi a riciclare quanto fatto da Draghi nonostante la situazione sia nel frattempo profondamente peggiorata. Regna il silenzio anche rispetto alla fine del mercato tutelato della luce che per i condomini e le associazioni, dalla polisportiva alla pro loco del paese, è prevista tra meno di 3 mesi, il 1° aprile 2023. Urge un rinvio” conclude Vignola.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Sembra un governo da area C. Addio a tutti i bonus, siamo tutti da cerchia dei Navigli

Articolo successivo

Pane e pasta a peso d'oro