/

Invasi e invasori. La storia degli stupri d’Occidente

COLONIAdi MARIO DI MAIO – L’invasione dei mussulmani va stoppata,ma certamente non per motivi di sessismo o maschilismo. La storia dimostra che gli europei in certi sport sono altrettanto bravi, a partire dal ratto delle sabine per finire agli stupri ” a tappeto ” del ’45 a Berlino, opera della soldataglia di Zukov; e al comportamento incredibile degli olandesi in Bosnia, dove erano incaricati di proteggere le donne mussulmane dalle violenze dei serbi. L’invasione va stoppata per pura legittima difesa. Gli islamici sono le prime vittime di un’associazione per delinquere ben diversificata che continuiamo a definire “religione monoteista” e che impedisce loro persino di rispettare i diritti umani, inventati dall’ONU per regolamentare la pacifica convivenza: invece devono sottomettere “gli infedeli ” e imporre ovunque la shaaria. E noi ci preoccupiamo di costruire nuove moschee. ….

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Blondet e Reguzzoni: il Medioevo ha prodotto Giotto, questa Chiesa l'invasione

Articolo successivo

L'abisso tra il presidente svizzero e Mattarella? Schneider: "Il futuro non è fatto di divieti, ma di idee da realizzare"