Invasi alpini hanno incrementato volumi d’acqua. Non aspettare i tempi della burocrazia regionale per la crisi idrica

“Secondo i dati del Consorzio dell’Adda, gli invasi alpini continuano ad incrementare i volumi stoccati. Nell’ultima settimana c’è stato un incremento di 8,9 milioni di metri cubi che porta ad un totale invasato di 191,7 milioni di metri cubi, al primo maggio erano 73,5. Questo significa che può essere rilasciata ancora dell’acqua da utilizzare per l’irrigazione dei campi. La giunta regionale risolleciti i concessionari degli invasi in tal senso”. Lo ha scritto in una nota il consigliere regionale lombardo del Pd Matteo Piloni, referente dem in commissione Agricoltura, in relazione all’emergenza idrica in Lombardia. “Inoltre, non è stata ancora rilasciata la deroga al DMV, il deflusso minimo vitale. Le richieste previste dall’ordinanza regionale del 16 giugno scorso, che prevedevano l’autorizzazione dopo 10 giorni, comunque una tempistica troppo lunga, sono state formalizzate a Regione Lombardia, ma le consultazioni tra i vari Enti coinvolti si terranno soltanto all’inizio della prossima settimana, con un’inevitabile e ulteriore dilazione dei tempi. Ma di tempo che non c’è più. È questa la tempestività di cui ha parlato Fontana? Bisogna fare presto e subito. Ogni giorno che passa è sempre peggio” ha concluso Piloni.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Negli Usa in farmacia la pillola anti Covid. In Italia quando?

Articolo successivo

Si dimette il leader della Brexit. Johnson lascia Downing Street