BANCHE E FINANZA, CONVEGNO A FIRENZE DEGLI INSORGENTI

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO*

Dal Risorgimento alla Grecia: 151 anni di dittatura bancaria: si chiama così la giornata di studi organizzata da Insorgenza Firenze che si terrà domani, domenica 4 marzo 2012, dalle ore 17.00 presso Il Multiverso, in Via Campo D’Arrigo, 46/r a Firenze.

“Senza alcuna pretesa di assoluta verità, semmai nel tentativo di strutturare uno studio permanente, l’incontro-dibattito è volto a fare luce sui torbidi intrecci economici, finanziari e politici che hanno condotto dapprima il Sud Italia ad una condizoine di schiavitù e subalternità rispetto al Nord del Paese e poi a decifrare come questo destino sembri oggi toccare i Paesi meno forti economicamente nel mondo ed in particolare in Europa – spiegano gli organizzatori Giuliano Fresi e Domenico Casolaro – analizzando la storia politica ed economica della Grecia prima e poi dell’Italia. Proveremo ad individuare eventuali vie d’uscita che facciano da paracadute contro la violenza economica cui siamo attualmente sottoposti.

Affinché la nostra ricerca sia efficace ed efficacemente si ricominci a pensare ad un futuro per il nostro Paese, è necessario (ed è questo lo spirito con cui ci rivolgiamo a chiunque vorrà ascoltarci) superare secolari barriere ideologiche, oltrepassare la divisione “sinistra-destra” che da sempre infragilisce i cittadini italiani e iniziare a pensare in una direzione il più possibile comune” concludono.

La giornata si dividerà in tre parti: Nella prima si analizzerà il contesto economico finanziario attuale in Europa. Nella seconda si parlerà del caso specifico italiano. Nella terza delle situazioni di alcune parti del mondo sotto osservazione: sguardi rivolti verso la Grecia, l’Argentina e l’Ecuador. Oltre a Fresi e Casolaro interverranno ai lavori, tra gli altri, anche Marco Bellone e Liana Vena.

*Insorgenza civile

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

  1. Ho letto l’articolo in data martedì 28 Agosto.
    Gradirei conoscere ed avere il resoconto della riunione perché mi interessa l’argomento.
    Grazie.
    Carlo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

FVG: PER TONDO LA SALUTE NON LA DA' L'OSPEDALE SOTTO CASA

Articolo successivo

IL FIGLIO DI RIINA IN SOGGIORNO OBBLIGATO A PADOVA