Inps, la Corte dei conti rileva problemi di ogni tipo

di REDAZIONE

Il referto della Corte rileva problematicita’ sotto diversi aspetti. Segnala per la previdenza complementare “l’esigenza di incentivare le esigue iscrizioni e ridurre l’estrema polverizzazione dei Fondi”. La Corte richiama “un’attenta e responsabile riflessione sul crescente ricorso a risorse umane esterne – a copertura dell’organico, per consulenze in appalto, utilizzo generalizzato di procuratori e sostituti di udienza, massiccio impiego di medici convenzionati – per le incidenze sullo svolgimento di funzioni istituzionali spesso delicate e di elevato rilievo sociale ed i rischi di perdita delle stesse capacita’ di autogoverno dell’Ente”.

Stigmatizza “le persistenti disfunzioni nell’invalidita’ civile” e consiglia di unificare l’intero procedimento, dalla prima visita all’erogazione delle prestazioni. Esige “l’intensificazione degli interventi volti a contrastare l’ampia area di evasione ed elusione degli obblighi contributivi, comprovata dalla modesta incidenza degli accessi in rapporto alle aziende censite, pervenendo altresi’ a definire le indispensabili coerenze tra le somme accertate e le corrispondenti riscossioni!. Chiede “rinnovato impegno” per aggredire “l’ancora ingente contenzioso”, soprattutto nella previdenza agricola.

Giudica “indilazionabili” le misure di risanamento dei principali Fondi amministrati e di razionalizzazione di quelli minori, evidenziando “i gravosi passivi degli autonomi (agricoli e commercianti) e del piu’ grande Fondo per il lavoro dipendente (appesantito dai dissesti strutturali dei dirigenti di azienda e di quelli dell’elettricita’, trasporti e telefonia)”. Infine, la Corte apprezza il riassetto e riequilibrio della governance dell’Istituto, nei profili della vigilanza ministeriale e dei controlli interni e nel ridisegno di ruoli degli organi di indirizzo e di gestione, al fine di correggere le eccessive concentrazioni di potere nel presidente e di rafforzare le attribuzioni del Consiglio di indirizzo e vigilanza.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Fronte per l'Indipendenza a Pordenone. Lissa a Roncà e Badia Polesine

Articolo successivo

GEORG KLOTZ, UNA VITA PER L'UNITA' DEL TIROLO