Indipendenza Noi Veneto: e adesso preparare il referendum

di ANNA FERROzaia

 

 

Gratitudine e consapevole soddisfazione, questi sono i due sentimenti che vogliamo esprimere. Senso di gratitudine, verso tutti quei Veneti che hanno deciso di darci la fiducia, di dare fiducia, al movimento Indipendentista che maggiormente ha capito come affrontare dalla parte dei Veneti questa tornata elettorale.

Consapevole soddisfazione di sapere che le strategie che la maggior parte dei movimenti indipendentisti, uniti attorno alla sigla Indipendenza noi Veneto, sin dal momento del concepimento del percorso da attuare per poter essere rappresentativi in consiglio regionale, sono state premianti.

Nessun passaggio è stato lasciato al caso;

Volevamo che un buon governatore, Luca Zaia fosse riconfermato alla guida della regione ( grazie al nostro risultato la coalizione ha passato il 50% ) Volevamo che vi fosse almeno un rappresentante eletto e quindi legittimato a portare il vessillo indipendentista a poter esprimersi da un “pulpito” privilegiato ( ne abbiamo due ). Vogliamo poter essere il fattore coagulante dell’istanza indipendentista perché solo con un percorso coeso, con una grande squadra nel territorio, potremo portare a tutti i Veneti le informazioni che servono, ovvero i Come, i Quando, ed i Perché per affrontare quel Referendum che in un prossimo futuro andremo sicuramente a celebrare.

(Ufficio stampa-“Indipendenza noi Veneto con Zaia”)

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Se la sinistra a Roma dice: essere rifugiati non dà diritto alla casa

Default thumbnail
Articolo successivo

Se l'albergo senza wi-fi non va bene a chi sbarca