Indipendentisti catalani verso un negoziato a tre per evitare nuove urne. E Madrid soffia sul fuoco

Candidatura di Unita’ popolare (Cup) ha organizzato per oggi un incontro con Sinistra repubblicana di Catalogna (Erc) e Uniti per la Catalogna (JxCat) per tentare di giungere ad un accordo che possa consentire l’investitura del candidato di Erc, Pere Aragones, alla presidenza della Generalitat prima del 26 maggio scongiurando la convocazione di nuove elezioni. L’iniziativa, promossa da Cup, ha l’obiettivo di trovare un punto di intesa mettendo sul tavolo un impegno di quattro punti da sviluppare nel corso della legislatura.

A una Catalogna separata dalla Spagna cui aspirano i partiti indipendentisti “si ritrovano sempre meno persone”: la soluzione deve essere “la comprensione ed il dialogo”. Lo ha affermato la ministra degli Esteri spagnola, Arancha Gonzalez Laya, in un intervento al Congresso dei deputati (la Camera bassa del Parlamento), accusando Uniti per la Catalogna (JxCat) e Sinistra repubblicana di Catalogna (Erc) delle dispute interne che si riducono a “poltrone e rivalita’”.

I  partiti pro indipendenza non sono riusciti a trovare un accordo per formare un nuovo governo dopo quasi tre mesi di trattative infruttuose dopo le elezioni del 14 febbraio, prefigurando lo scenario di una nuova chiamata alle urne. Secondo Gonzalez Laya, la Catalogna “non e’ in conflitto con la Spagna, ma piuttosto il movimento pro indipendenza “e’ in conflitto con i cittadini che vogliono armonia, unita’ e risposte alle crisi”. Per questo motivo, la ministra ha chiesto agli indipendentisti di “parlare meno e fare di piu'” per la societa’ nel suo insieme. Nel rispondere alle critiche di diversi deputati indipendentisti in merito alla liberta’ di espressione e alle detenzioni di vari leader del movimento in carcere per il referendum del primo ottobre 2017, la ministra Gonzalez Laya ha ribattuto che tutte le organizzazioni internazionali e i governi stranieri “senza eccezione” appoggiano la posizione della Spagna e nessuno ha chiesto un intervento internazionale in Catalogna.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il bonus Bellanova per acquisto prodotti locali? Una chimera. Presa in giro per i pubblici esercizi

Articolo successivo

Turisti, venite a San Marino a vaccinarvi con lo Sputnik V