Indios brasiliani, ancora proteste per i confini delle loro terre

di REDAZIONE

Dopo gli scontri con la polizia avvenuti mercoledì, all’esterno dello stadio Maracanà, almeno 250 indios brasiliani di diverse etnie sono tornati a manifestare, ieri in serata, davanti al Congresso di Brasilia.

Secondo Adolfo Timoteo, capo tribù dell’etnia ‘guarani’, il gruppo attende ancora risposte dai parlamentari su un progetto di legge che prevede modifiche alle regole di demarcazione delle loro terre.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Festa della Lombardia, toc toc c'è qualcuno?

Articolo successivo

La Grande Guerra: una mia personale celebrazione