INCENDIO GRATTACIELO MILANO – Bernardelli: Solidarietà alle famiglie della Torre del Moro. La nostra Capitale si rialza sempre

di Roberto Bernardelli – E’ incredibile e surreale il terrificante incendio che ha colpito e divorato nelle fiamme la torre del Moro a Milano. Innanzitutto la solidarietà alle famiglie ora senza una casa. Per fortuna – nella tragedia – il disastro paradossalmente si è consumato a Milano. La reazione immediata delle squadre dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine oltre che di tutti i soccorsi, hanno evitato la tragedia nella tragedia. Ancora una volta Milano si è dimostrata all’altezza della sua dimensione di capitale. Ora ci aspettiamo che le istituzioni rispondano a loro volta con velocità ed efficienza alla improrogabile necessità di offrire sollievo e vicinanza materiale a chi non ha più nulla. Intanto sappiamo che “l’edificio non rischia di cadere – come fanno sapere all’Adnkronos dalla centrale operativa dei vigili del fuoco di MILANO – non è stata intaccata la struttura portante, si è bruciato il rivestimento ma non c’è pericolo che crolli”. “Il palazzo è ancora in fase di spegnimento – sottolineano – siamo ancora sul posto con tutte le squadre e stiamo cercando di salire i piani, che restano bollenti. Abbiamo difficoltà a salire per constatare che tutti siano effettivamente stati evacuati. Per ora siamo arrivati fino al sesto piano”. Sul luogo dell’incendio, intanto “ci sono già i funzionati e gli ingegneri per disporre tutte le verifiche strutturali”. Va da sè che occorre chiarire la dinamica del disastro, nella speranza che il bilancio resti solo quello dei feriti. Onorevole Roberto Bernardelli presidente Grande Nord
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Caso Calabria - Rizzi, randagismo emergenza nazionale. I politici si riempiono la bocca di parole. La verità? Se ne strafottono

Articolo successivo

Quando Bossi ribadiva: Siamo nati per liberare il Nord, il nemico non è Bruxelles