In arrivo 200mila libici. Pronti gli alberghi. La Lega: è favoreggiamento al traffico

di REDAZIONEPESCATORE

Triton è stato già triturato dalla forza dell’organizzazione scafista che supera anche gli sbarramenti delle motovedette italiane disarmate. “L’Isis sta organizzando lo sbarco di 200.000 immigrati. Renzi e Alfano collaborano, mettendo a disposizione navi e alberghi. E la Lega presenta un esposto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: i confini vanno difesi”. Lo ha scritto, cavalcando l’onda dell’emergenza,  Matteo Salvini su facebook. D’altra parte in questo momento l’Italia non sta opponendo alcuna resistenza e l’opposizione fa il suo mestiere. Spara a zero.

Ma la questione libica va oltre le polemiche. L’assenza di visione in politica estera del governo e della classe politica, si limita sempre ad operare sulla soglia dell’emergenza e non va oltre nei commenti. Così, ha gioco facile Hamas a dichiarare questo: Hamas respinge ingerenze in Libia “da parte di alcuni Paesi come l’Italia” che adducono “il pretesto di combattere il terrorismo”. Lo afferma un dirigente di Hamas, Salah Bardawil, citato dall’agenzia Palinfo. Un intervento militare sarebbe considerato “una nuova Crociata contro Paesi arabi e musulmani”, ha spiegato. Nulla di buono. E lo sa anche il vicario apostolico a Tripoli che, giusto ieri, ha affermato:  ”Questo è il culmine della mia testimonianza”, ”e se la fine dev’essere testimoniata con il mio sangue, lo farò”. Pronto già al martirio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Default thumbnail
Articolo precedente

Nasce in Francia il partito islamico. "Moderato"

Articolo successivo

Renzi, tutto chiacchiere e tasse per altri 20 anni