IL VESCOVO DI VERONA: QUI IL LEGHISMO E’ STEMPERATO

di REDAZIONE

«Non esito a dire che il dialogo con le amministrazioni veronesi della Lega è possibile, perchè si tratta di un leghismo stemperato e di buon senso, ma prendo le giuste distanze dal leghismo radicale». Lo ha detto il vescovo di Verona, monsignor Giuseppe Zenti, nel corso di una intervista al programma di Telechiara ‘Camper ovest’ che andrà in onda mercoledì e di cui è stata anticipata una parte. Il vescovo di Verona riguardo poi allo scenario politico nazionale e locale parla della necessità di una «svolta della corresponsabilità» contro il crescente «individualismo egoista» e giudica necessario che i cattolici impegnati in politica si possano ritrovare in una comune «area valoriale». Zenti si sofferma poi sulla nomina del nuovo patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, e sul prossimo convegno di Aquileia della chiesa triveneta «per focalizzare quanto la chiesa è capace di evangelizzare di fronte alle nuove sfide, prima di tutto il crescente paganesimo».

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

SCRISSE AL CORRIERE: LA LEGA ESPELLE SINDACO DI MACHERIO

Articolo successivo

CACIP DI CAGLIARI, SINDACI CONTRO IL COMMISSARIO