Il Veneto ha ricevuto 20 offerte di vaccini. E la Lombardia?

“Il Veneto ha ricevuto una ventina di segnalazioni sulla disponibilità di vaccini, a sei sono state chieste precisazioni, a due che hanno risposto con un’offerta è stato chiesto il numero di lotto e la scadenza”. Lo ha spiegato il direttore generale della Sanità del Veneto, Luciano Flor. “Abbiamo chiesto elementi – ha sottolineato Flor – per capire se c’è davvero il vaccino, quali i tempi della disponibilità a fornirlo, le quantità e quanto costa. Queste sono informazioni necessarie per l’autorizzazione ministeriale. Quando avremo questo dato trasmetteremo tutte le informazioni per avere l’autorizzazione a negoziare”. “Ad oggi – ha sottolineato – non abbiamo mai contrattato sul prezzo. Stiamo condividendo le modalità con la struttura commissariale. Chi ci chiede soldi lo scartiamo prima. Chi non ci dà dati sulle consegna non lo ascoltiamo. Ci hanno proposto AstraZeneca a 24 euro , non ci abbiamo perso nemmeno un secondo”, ha concluso.

Cosa ne è degli approvvigionamenti lombardi?

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Inchiesta mascherine: occultate commissioni sugli acquisti

Articolo successivo

Draghi, da Cavour al Mezzogiorno. Bernardelli: Occasione persa per parlare del Nord produttivo