Il Sussidistan esiste e si chiama reddito di cittadinanza per il Sud

di Vater Roverato -Dati dell’Osservatorio Inps sul reddito di cittadinanza:

– nella provincia di Napoli risultano oltre 166.000 famiglie con il Reddito di cittadinanza (per quasi mezzo milione di persone coinvolte), un numero che supera quello complessivo di Lombardia (112.939 per quasi 241.000 persone coinvolte)) e Veneto (36.820 per quasi 76.000 persone coinvolte).
– i nuclei con il Reddito o la pensione di cittadinanza sono in Campania 269.000 (oltre 741.000 persone coinvolte) a fronte di 1,32 milioni di famiglie che avevano il beneficio a settembre. In pratica in Campania risiedono il 20,3% dei nuclei beneficiari complessivi.
– i nuclei percettori di Reddito di cittadinanza nelle regioni del Sud e nelle Isole sono il 61% del totale, mentre le regioni del Nord seguono con il 24% e quelle del Centro con il 15%. La regione con il maggior numero di nuclei percettori di Reddito e Pensione di Cittadinanza è la Campania (20,3% delle prestazioni erogate), seguita dalla Sicilia (18%).
– a fronte di 1,328 milioni di nuclei percettori sono state coinvolte 3,1 milioni di persone, di cui 2,049 milioni nelle regioni del Sud e nelle Isole, 650 mila nelle regioni del Nord e 433 mila in quelle del Centro.
Ecco dove vanno a finire i soldi delle tasse degli italiani, ecco dove vanno a finire i soldi del residuo fiscale del Nord e del Veneto (circa 21 miliardi di euro ogni anno solo per il Veneto).
Cittadini del Nord di quel paese che ostinatamente continuate a chiamare “Italia”, vi va bene tutto ciò? Sembra di sì, dato che i vostri consensi continuano ad andare proprio a coloro che sono i promotori di questo stato di fatto.
Cittadini del Veneto, truffaldinamente annesso a questa “italia” con un “referendum” che se si fosse tenuto coi canoni con i quali si svolgono oggi le consultazioni degli elettori non so se avrebbe mai visto la vittoria dei “sì”, vi va bene che ogni anno 21 miliardi dei soldi delle vostre tasse, che derivano dal vostro lavoro per il quale spendete decenni della vostra vita, ed a volte ce la lasciate, vadano sempre e comunque là, in quel buco nero chiamato “italia”, e lì ci restino e si perdano poi nel solito “sussidistan”? Sembra di sì, dato che ci sarebbe stato chi avrebbe potuto difendervi da tutto questo, mentre invece avete dato e continuate a dare consenso ai partiti italioti.
Ecco perché più di tre decenni fa era nata la “Lega Nord per l’indipendenza della Padania”, che ora è diventata solo “per Salvini premier”, togliendo “indipendenza”, “Nord” e “Padania”, per cui ora invece dell’interesse di molti (Padania), si va a difendere l’interesse di uno (Salvini), che vuole solo diventare “premier” coi voti anche di chi originariamente avrebbe invece dovuto difendere: volete continuare a votarla, cittadini Veneti e di tutto il Nord? Non avete ancora capito che quel partito, quel Movimento, non esiste più? Non avete ancora capito che quel Movimento ora è diventato un partito utile al sistema italico, nemico degli interessi del Nord, e del Veneto? Quel partito vi chiede consensi solo per far diventare uno di loro il “premier”: fatto questo, è tutto a posto!!! Come tutti gli altri partiti italioti, esattamente come tutti gli altri, non ce n’è uno che si distingua. Votando i partiti italici, votate contro il Veneto, votate contro il Nord, votate perché la gallina dalle uova d’oro continui a mandare le sue uova al sud, dove se le cucinano e se le mangiano (ricordate il manifesto della Lega, quella vera?).
Ed allora? Rimedi? Io posso solo consigliare due cose: diffidenza e conoscenza. Diffidenza: diffidare da coloro che vanno a chiedere consensi a roma, all’italia; l’italia se li mangerà, perché ha l’unico interesse di spremerci come limoni, non ha interesse a darci né autonomia né indipendenza, ed è quindi inutile andare a mendicarla proprio là, dove i partiti italiani fanno da cane da guardia del sistema, affinché esso continui a perpetrarsi.
Conoscenza: conoscere chi si va a votare, spulciare precedenti e carriere su internet, magari anche conoscere di persona colui che ti chiede il consenso, ed i suoi amici che gli stanno attorno: si capisce molto di più, si capiscono tante cose. Partecipare di più alla politica attiva, capire che il proprio voto è importante, e non inutile, come invece il sistema italia vorrebbe farvi credere, per il suo interesse. So che è dura, che costa fatica, impegno, ma è importante dare il proprio voto in modo consapevole, a chi veramente fa i nostri interessi, che non coincidono con quelli italiani.
Riflettete, cari Veneti, riflettete, cari cittadini della “Padania”, unico nome che si può dare al Nord di quel paese che invece vi ostinate a chiamare “Italia”.
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Sì alla secessione

Articolo successivo

Autonomia, 10 miliardi se venisse applicata? Rizzi: E gli altri 53 che mancano per il residuo fiscale la Lega li lascia a Roma?