Il Pil cresce nell’area Ocse. In Italia cala: -0,2%!

di REDAZIONE

Il Pil dell’area Ocse cresce dello 0,5% nel secondo trimestre dell’anno su base congiunturale, in accelerazione rispetto al +0,3% segnato tra gennaio e marzo.

Il prodotto scende invece ancora in Italia per l’ottavo trimestre consecutivo, ma il -0,2% del periodo aprile-giugno e’ nettamente migliore del -0,6% registrato nei primi tre mesi del 2013. Migliora l’andamento economico dell’area euro, il cui Pil avanza dello 0,3%, contro il -0,3% dei primi tre mesi, mentre quello dell’Unione europea a 27 sale dello 0,3% contro il precedente -0,1%.

In Gran Bretagna e negli Usa la crescita e’ dello 0,6%, contro rispettivamente il +0,4% e il +0,3% tre mesi prima. La Germania avanza dello 0,7%, a fronte di una crescita piatta dei primi tre mesi, mentre la Francia sale dello 0,5%, contro il precedente -0,2%. In Giappone la corsa del Pil rallenta e passa da +0,9% a +0,6%.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Nell'Albania veneta struggente addio al leone di San Marco

Articolo successivo

Crisi, in Spagna 8 su 10 son diventati "bamboccioni"