Il mediatore fra Grillo e il Pd? Lo sta facendo Don Gallo

di REDAZIONE

“Grillo ha detto che noi del Pd abbiamo la faccia come il culo? Visto che il clima e’ da assemblea studentesca, allora rispondo con ‘specchio riflesso'”. Cosi’ Giuseppe Civati, neodeputato del Partito Democratico, oggi al programma di Radio2 ‘Un Giorno da Pecora’. Civati, lei escluderebbe l’alleanza col Pdl pur di formare un nuovo governo? “Si, la escludo. Preferisco tornare a votare”. Ha pensato che forse Grillo non vuole dialogare col Pd solo perche’ il suo interlocutore e’ Bersani, e invece potrebbe farlo con un altro leader? “Dei tre candidati Pd alle primarie del centrosinistra, quella piu’ vicina a Grillo e’ Laura Puppato”. Se la proposta di Grillo fosse avere lei come interlocutrice, cosa gli risponderebbe? “Perche’ no? Se fosse questa la proposta di Grillo ne discuteremmo con grande serenita’”. E’ vero che Don Gallo sta facendo da mediatore tra voi e Grillo? “Si’, sono in atto una serie di colloqui informali. Lui e’ amico di alcuni del Pd e di Grillo e sta facendo la sua parte”. Lei conosce gli esponenti del M5S? “Si, ne conosco un po’ e sono delle persone squisite. All’interno dell’universo di Grillo ci sono due opzioni: quella ostinata del ‘vaffanculo e tutti a casa’, e quella di chi si sta chiedendo se non e’ il caso di sostenere un governo con patti chiari e amicizia brevissima che agisca su certi temi”, ha concluso Civati.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Forbes: Ferrero guida la classifica dei miliardari italiani

Articolo successivo

Emilia Romagna nella macroregione? Il Pdl brucia la Lega sul tempo