/

Il governatore veneto: biglietto di solo ritorno per i migranti economici

di REDAZIONElucazaia

“La soluzione non è spalmare due profughi in ogni Comune italiano, è respingere e rimandare a casa tutti coloro che profughi non sono, ma semplici migranti economici che, come spiega l’autorevole Economist, sono la stragrande maggioranza”. Così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia replica alle dichiarazioni rilasciate dal ministro dell’Interno Alfano nel corso della trasmissione “la telefonata di Belpietro”, stamattina su Canale 5. “Il buonismo ipocrita italiano – aggiunge il governatore del Veneto – è ormai isolato, come dimostra anche la scelta di Angela Merkel, che sta facendo un figurone prendendosi veri profughi e buttando fuori dai confini chi non ne ha diritto, a differenza di Alfano e del Governo italiano, che scaricano sui territori migliaia di persone al giorno senza discernimento, due terzi delle quali, essendo migranti economici, dovrebbero non essere accolti o rispediti a casa”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Se De Bortoli dalla Svizzera ora scrive: non si può accogliere CHIUNQUE

Articolo successivo

Il salvacondotto religioso