/

Il Covid ha tolto alla Lombardia 1 miliardo di export

Il Covid brucia quasi un miliardo di export. Ma per il 2021 le imprese confermano gli investimenti gia’ pianificati: oltre il 30% li manterra’ inalterati per crescere, nonostante la crisi. E’ il quadro delle realta’ di impresa delle province di Monza Brianza e Lodi, illustrato attraverso l’analisi del quadro congiunturale Covid-19 e dell’andamento economico previsionale post Covid, emerso durante il “Top500+”, appuntamento annuale promosso da Assolombarda.

Nei primi 9 mesi del 2020 la pandemia ha provocato una perdita ingente in termini di export per un valore di 938 milioni di euro complessivi a Monza (-10%) e a Lodi (-8%). Per Lodi l’impatto negativo si registra gia’ a febbraio, quando diventa zona rossa, ma il vero crollo delle esportazioni arriva ad aprile: -43% a Monza, che registra una forte caduta per gomma-plastica, chimica, e soprattutto meccanica e arredo design; stabili farmaceutica ed elettronica. E -31% a Lodi, che performa comunque meglio della media lombarda.

Le difficolta’ sul fronte del lavoro sono ben visibili dai dati locali di cassa Integrazione: tra aprile e ottobre 2020 il totale e’ di oltre 54 milioni di ore a Monza e di 11 milioni di ore a Lodi. Secondo una survey condotta dal Centro Studi di Assolombarda sulle imprese del territorio di Monza Brianza e Lodi, il 2020 si chiudera’ con un aumento dei ricavi per appena il 18% delle imprese mentre il 69% registrera’ una flessione, che per un quarto delle aziende sara’ addirittura superiore al -20%.

Ma nonostante la crisi, oltre il 30% delle imprese ha deciso di mantenere i progetti di crescita e di investimento, pianificati prima della pandemia, e quasi il 60% rivedra’ soltanto tempi o entita’. Per il 2021, la meta’ delle imprese si aspetta un aumento del fatturato, anche se il 13% a Monza e Brianza e il 20% a Lodi valuta la perdita cumulata quest’anno come strutturale e non colmabile nel medio periodo.

Le imprese brianzole hanno dimostrato di “saper reagire durante la crisi economica del 2009 e anche ora, nonostante il lockdown dei primi mesi di quest’anno e l’attuale situazione d’incertezza, stanno dimostrando che, rafforzando i loro punti di forza, come la ricerca e l’innovazione, possono guardare al futuro”, afferma Andrea Dell’Orto presidente della sede di Monza e Brianza di Assolombarda. I numeri dicono che le “nostre imprese hanno tenuto, nonostante l’emergenza Covid all’inizio di quest’anno ci abbia messo alla prova in modo inaspettato e violento. Il territorio lodigiano e’ stato tra i piu’ performanti della Lombardia”. afferma Francesco Monteverdi, Presidente della Sede di Lodi di Assolombarda.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Covid, l'Eurogruppo: gli Stati che hanno già debiti alti non possono sforare. Rizzi: Ridateci il residuo fiscale

Articolo successivo

Uno su quattro non farà regali a Natale