Il centrodestra che ha in testa il Cav non esiste più. Qualcuno glielo spieghi

elezionidi Cassandra – Non ho mai nutrito simpatie spettacolari per i centristi, ma una cosa  politica sensata è stata affermata ieri dopo le consultazioni da Beatrice Lorenzin. Che ha affermato una mezza verità: ma quale centrodestra? Non esiste più. E ha ragione, anche se per metà. Paradossalmente, e dico una cosa eretica per i lettori del nostro quotidiano, per rompere i giochi, io  proporrei a Mattarella un governo dove a pesare non fosse la Lega, ma  tutto il centrodestra più i renziani. Sarebbe il solo modo per lasciar fuori Cinque Stelle e il vecchio Pd. Perché? Perché, con buona pace dei vertici di Forza Italia, la Meloni e soci, questo centrodestra non ha i numeri.

Poi si può discutere del fatto che si tratti di fantapolitica, e vi dò ragione, perché con questa Lega non si va da nessuna parte. Lo spiega bene l’ex ministro della Salute.  “L’idea portata avanti da Forza Italia di fare un governo di centrodestra liberale e pro Europa insieme alla Lega, si scontra con l’evidenza che quest’ultima ha nel baricentro del suo programma l’uscita dell’euro e che, come punto filosofico, attinge dalle democrazie illiberali stile Orban e Putin. La Lega ci porta fuori dall’asse Atlantico in un’area di influenza russa. Nulla ha in comune con il liberalismo, lo spirito liberale e con la rivoluzione liberale. E il fatto che ci siano delle alleanze regionali diverse da quelle nazionali, la dice lunga: la Lega ha fatto un’Opa sull’elettorato forzista e sul suo ceto politico in tutte le Regioni e nello stesso tempo nel governo nazionale ha schifato in ogni modo Berlusconi. La vecchia coalizione di centrodestra non esiste piu'”.

L’ha uccisa Salvini quando, vincendo in coalizione con FI e FdI, ha voluto a tutti i costi una coppia di fatto. Non si poteva fare diversamente? Ma sì che si poteva. Si tornava a votare. Allora!

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Quale premier può rappresentare il Nord? La risposta dalla principessa Romilda

Articolo successivo

Bye bye Salvini. Bacioni!