Il 12 febbraio a Caldogno con Chiavegato

di REDAZIONEchiavegato

riceviamo e pubblichiamo – Lucio Chiavegato, Presidente dell’Associazione Chiavegato per l’Indipendenza, sarà Ospite a Caldogno ( Vicenza ), il 12 febbraio 2015 nella Sala Ex Enal Piazza Bruno Viola ore 20.30 per la serata “La Vita e La nostra Dignità Prima di tutto!”.

L’Associazione Chiavegato per l’Indipendenza Invita  a partecipare alla serata informativa sul tema dell’indipendenza, ormai diventata una necessità immediata per la nostra sopravvivenza e fondamentale per poterci Difendere da questo Stato vessatore che ci ha ridotto sul lastrico e alle soglie della povertà .

Alla serata saranno ospiti :

-Lucio Chiavegato , artigiano , ex Presidente della Life Treviso, leader della Protesta 9 dicembre 2013  nonchè Candidato alle Elezioni Regionali in Veneto 2015

-Don Marino Ruggero parroco di Lavarda di Lusiana e Mure di Molvena nel Padovano ” paladino contro il fisco ” nel suo bollettino parrocchiale ”

-Alarico Iotti  il direttore generale di ONet Group LLC una società che si occupa di ricerca e sviluppo in ambito informatico ed elettronico, opera prevalentemente nel settore aeronautico, ed ha sede negli USA. Parlerà di come creare una alternativa pubblica per la gestione di credito e risparmio

-William Serafini  residente nel Veronese Dipendente Pubblico, infermiere.

 

Print Friendly, PDF & Email

12 Comments

  1. Sicuramente, Stefania, abbiamo tanto sperato dall’ottobre del 2012 che ci portasse Zaia, governatore salito con 70 per cento del consenso dei voti espressi dei Veneti, ad un referendum tradizionale… ma ci ha traditi! … per fortuna la modernità può giovare, a saperla utilizzare… l’Italia costituzional-burocratica nell’uso dell’informatizzazione auspicata e comunque già monitorata è molto ma molto bassa nella classifica, evidentemente non così i Veneti… Se ne sono accorti soprattutto all’estero, dove continuano parlarne dei risultati che ci pongono all’avanguardia… ora perfino in un’espressione contenuta nel discorso d’insediamento di Mattarella si fa rilevare la necessità di un adeguamento…evidentemente, e per nostra fortuna, qualcuno grazie alla sua competenza e alla sua capacità organizzativa ha saputo portarci dove altri non ci sarebbero riusciti… perchè si fa così fatica da parte di tanti protagonisti dell’indipendentismo ad ammetterlo?.. è un vero peccato che abbia la meglio la presunzione, o la disillusione… a rimetterci siamo tutti noi alla fine!

    • Infatti, il popolo resta per primo a piedi. Chi non è veneto e guarda da fuori ciò che sta accadendo, pensa solo che a trarne vantaggio sarà la sinistra. Il Veneto come vittima sacrificale di strategie di medio termine, questo è il dubbio. D’altra parte Milano non hai espresso una borghesia o una classe dirigente “rivoluzionaria”. Sono sempre scesi a compromessi, dice la storia.

  2. ho letto fra l’altro che la Life ha aderito per prima al percorso promosso da Plebiscito per l’elezione del Governo Provvisorio Veneto, poi è confluita anche un’altra lista denominata Cittadini Veneti Federati… Leggo qui sopra di Chiavegato come.ex Life… ma… qualche pensiero ce lo facciamo, no?
    perchè il problema, e urgente, non è più parlare di indipendenza, ma renderla operativa quanto prima dal momento che è già stata proclamata!

  3. chissà se veramente il nostro vuole l’indipendenzaa o si accontenta di una poltroncina… dovrebbe tener conto di un percorso importantissimo che duemilionitrecento e passa veneti hanno già fatto e per questo tutta la stampa estera parla del Veneto che con Plebiscito nel marzo 2014 ha votato con risultati asseverati ed oggi percorrono la strada verso l’indipendenza che hanno già potuto proclamare… ora si tratta di completare quel percorso e attuarla l’Indipendenza! prossimo passo sarà a metà marzo l’elezione del Governo Provvisorio Veneto che sarà formato dai rappresentanti delle 42 aree del Veneto più una per i Veneti all’estero, due per area più i Dieci usciti dal referendum del 2014…
    La strada maestra è già stata tracciata… ora si tratta di renderla efficace ed è quello che tutti si aspettano, compresi molti stati esteri che ci stanno a guardare…
    Non lavorate per la dispersione, abbandonate il proposito di ricominciare sempre tutto d’accapo… aggregatevi con chi è già più avanti… siate saggi e consapevoli, finalmente!

    • Gli va bene anche uno sgabello. Come grillo, aveva avuto i numeri per ribaltare lo schifo e cambiare le cose ma ha preferito guardarsi intorno mentre la gente stava morire di freddo alle rotonde. Fuori dalle balle

        • Si chiama memoria ed io a differenza di molti qua ce l’ho lunga.
          Chiavegato ha fondato il movimento 9 dicembre facendo credere a tutti che i tempi erano maturi per cambiare le cose invece sul più bello ha trovato una scusa, una patetica scusa, ovvero la storia del tricolore per sparire dalle scene lasciando decine forse centinaia di migliaia di persone allo sbando. Certo, si potrebbe discutere una vita intera e oltre sul fatto che le masse sono dei greggi di pecore e che se la battaglia è sentita come giusta, l’abbandono di un tizio non dovrebbe fermare il corso degli eventi ma purtroppo sappiamo tutti come girano ste cose e proprio per questo i cosiddetti leader, sono investiti di una responsabilità superiore al normale: se non se la sentono di andare fino in fondo non devono neanche cominciare. Vale per grillo, vale per chiavegato, vale per tutti.
          Per quanto mi riguarda, fregato una volta fregato per sempre, niente seconde chance. Se per voi le cose sono diverse allora ve le cercate, forse sotto sotto vi piace pure

          • Io non mi sento di giudicare e rispetto il percorso politico di ciascuno. Certo la disillusione è tanta, e lo è ancora di più se si guarda agli obiettivi di chi ha più numeri sulla carta rispetto agli indipendentisti. Insomma, siamo nel bel mezzo di una tempesta perfetta e serve un genio politico per uscirne. Lei ne vede in giro?

            • Percorso politico ? Percorso di un g….
              Per uscire da questo pantano serve gente disposta ad andare fino in fondo invece abbiamo avuto solo dei piazzisti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Guerra al traffico di clandestini? Macché, l'Europa fa la guerra a Mosca e Atene

Articolo successivo

Veneto, Lega indipendente.... da Tosi. Per Zaia è tutta in salita. Gongola il Pd