I tranvieri di Roma che si rifiutano di timbrare il cartellino

Ennesima giornata campale per i passeggeri della metropolitana di Roma, dopo i forti disagi di ieri su tutte le linee della Capitale (tranne la nuova metro C dotata di sistema ‘Driver less’, ovvero senza conducente), compresa la ferrovia locale Roma-Lido che collega il centro al litorale.ATAC-300x300

Il presunto “sciopero bianco” dei macchinisti contro il nuovo piano aziendale e l’introduzione del badge per il controllo delle presenze per tutti i dipendenti si ripete anche  con lunghe file, ritardi e disagi. “Oggi la metro B e’ strapiena”, “C’e’ tanta attesa per il treno ed in banchina fa veramente caldo”, si lamentano centinaia di utenti sui social network, tempestato di foto e video di passeggeri stipati nei vagoni. In una nota ufficiale Atac, l’azienda dei trasporti, ha riferito che oggi “circolano un numero di treni inferiore al programmato”. Una situazione che ha mandato su tutte le furie il sindaco Ignazio Marino che ha istituito da ieri una task-force per “individuare le responsabilita’ dei disagi al trasporto pubblico” e “per capire esattamente cosa stia accadendo e se e’ il caso di arrivare a delle sanzioni”, come spiega lui stesso in un video su Facebook. “Ad oggi – conclude – risulta che il 40% del personale Atac si rifiuta di timbrare il cartellino. Questo non intendiamo accettarlo e siamo al lavoro per far tornare quanto prima il servizio alla normalita’”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

La Francia: test delle ossa per respingere i migranti maggiorenni

Articolo successivo

8 LUGLIO 1809, anniversario dell’insorgenza veneta, “Le done de Loria, accordate con quele de Besega, le a desfà la municipalità”