I marò d’India, simbolo dell’Italia potenza scalcagnata

di TONTOLO

I marò  d’India sono il vero simbolo dell’Italia unita che gioca a fare la grande potenza mondiale, che fa finta di avere una vocazione guerresca (è dai tempi di Garibaldi che la solfa viene ripetuta…), che va in giro per il mondo a fare l’erede delle quadrate legioni romane, ma che in realtà è scalcinata, furbesca, opportunista e – soprattutto – tiene famiglia.

Così si scopre che uno di loro era stato candidato col partito patriottico di Cito, che La Russa li vorrebbe mettere in lista per le europee e che il bispresidente finirà per concedere qualche gloriosa decorazione al merito di guerra. In questi giorni salta fuori che la figlioletta di uno dei due ha cercato di entrare nello staff del Grande Fratello. Tutti gli italici salmi finiscono in gloria, come in un film di Alberto Sordi (vero prototipo del marò tricolore) tutte le sparate rodomontesche e le esibizioni di muscoli finiscono in un boudoir. Insomma finiscono in vacca. Ed è solo l’inizio: quando torneranno li troveremo tutte le sere da Maria Filippi o da Paragone.

Televisione, patria e famiglia!


Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Veneto: Zaia si candiderà nel 2015 con una lista indipendente

Articolo successivo

Nel 2013 mercato immobiliare in flessione del 9%