Grillo caccia la Salsi e Favia dal MoVimento 5 Stelle

di REDAZIONE

”A Federica Salsi e Giovanni Favia e’ ritirato l’utilizzo del logo del Moimento 5 Stelle. Li prego di astenersi per il futuro a qualificare la loro azione politica con riferimento al M5S o alla mia figura. Gli auguro di continuare la loro brillante attivita’ di consiglieri”. Lo annuncia sul suo blog Beppe Grillo.

Federica Salsi, consigliera comunale di Bologna, si era scontrata con Grillo per aver partecipato a ”Ballaro”’ mentre Giovanni Favia, consigliere dell’Emilia Romagna, in un fuori onda a ”Piazza Pulita” attacco’ la gestione del movimento e Gianroberto Casaleggio.

Ieri Grillo, in un post, aveva spiegato di non voler volere ”guerre dentro. Se c’e’ qualcuno che reputa che io non sia democratico, che Casaleggio si tenga i soldi, che io sia disonesto, allora prende e va fuori dalle palle. Se ne va”.

FONTE ORIGINALE: Rainews24.it

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. Avevo dubbi sul grillo.
    Ora sono aumentati.
    Rimango in attesa di una descrizione dettagliata sul come fare le cose che elenca,sommariamente, nel programma sul suo sito.
    A parole sono tutti dei padri eterni.

  2. non ke io sia di parte … nè di kuella parte lì”, ma kontinuare a riportare le frasi di grillo estrapolando solo ciò ke potrebbe kondannarlo mi pare “disonestà giornalistika partidiaria” … anzikè informare si disinforma e kuindi, kalunnia…

    Grillo infatti dice ke ki lo kritika (x kome avete riferito) si skorda di aggiungere:” A chi dice che non c’è stata democrazia perchè i voti sono stati pochi io faccio una domanda: quanti voti ha preso ognuno dei mille parlamentari oggi in Parlamento? Chi ha deciso di quella gente lì? Ve lo dico io: 5 segretari di partito. Non venite a rompermi i coglioni (a me!) sulla democrazia. Io mi sto stufando. Mi sto arrabbiando. Mi sto arrabbiando seriamente.

    ekko il testo integrale… ripreso dal suo blog
    “Tre cose fondamentali abbiamo fatto con queste votazioni. Una è che abbiamo dato un voto libero e da questo voto libero è nata una cosa che voglio sottolineare: il voto alle donne. Se il voto fosse sempre stato libero, in Parlamento oggi avremmo molte più donne che uomini. La seconda cosa è il permettere di conoscere i candidati, che forse andranno in Parlamento, 3 mesi prima in modo che tu puoi andare lì, discutere, conoscerli, votarli o non votarli. Consigliarli o maledirli. E la terza cosa è che non abbiamo speso un euro. Tutto a costo zero.
    A chi dice che non c’è stata democrazia perchè i voti sono stati pochi io faccio una domanda: quanti voti ha preso ognuno dei mille parlamentari oggi in Parlamento? Chi ha deciso di quella gente lì? Ve lo dico io: 5 segretari di partito. Non venite a rompermi i coglioni (a me!) sulla democrazia. Io mi sto stufando. Mi sto arrabbiando. Mi sto arrabbiando seriamente. Abbiamo una battaglia, abbiamo una guerra da qui alle elezioni. Finchè la guerra me la fanno i giornali, le televisioni, i nemici quelli veri va bene, ma guerre dentro non ne voglio più. Se c’è qualcuno che reputa che io non sia democratico, che Casaleggio si tenga i soldi, che io sia disonesto, allora prende e va fuori dalle palle. Se ne va. Se ne va dal MoVimento. E se ne andrà dal MoVimento. Noi dobbiamo avere una forza unita per arrivare a fare un risultato che mai potevamo aspettarci di avere. Abbiamo poco tempo e le nostre forze devono essere indirizzate su queste cose, sulle cose reali, sul Programma, su quello che porteremo avanti, sulla campagna che ci aspetta. All’ultimo sangue. Siamo in una guerra. Siamo con l’elmetto, così come siamo partiti. Chi è dentro il MoVimento e non condivide questi significati e fa domande su domande e si pone problemi della democrazia del MoVimento va fuori! Va fuori dal MoVimento. Non lo obbliga nessuno. E andranno fuori.”

    logikamente kontesto a Grillo il diritto dei cittadini (e kome tali, anke i suoi kandidati politici) a potersi esprimere al di là della rete x necessità e dovere demokratiko imprescindibile d’informazione e komunikazione kol popolo tutto…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Nuove attività: boom per scommesse e lotterie

Articolo successivo

L'illusionista Berlusconi e la fantomatica "truffa dello spread"