Grecia: agricoltori agitati da un mese, ma nessun accordo col governo

di REDAZIONE

Seppure svoltosi in un clima definito “buono”, si e’ concluso con un nulla di fatto l’atteso incontro dei rappresentanti degli agricoltori della regione di Thessalia (Grecia centrale) con i ministri delle Finanze Giannis Stournaras, dell’Agricoltura Athanasios Tsaftaris, del Lavoro Giannis Vroutsis e dell’Ambiente Evanghelos Livieratos.

Le richieste degli agricoltori al governo comprendono, fra l’altro, sgravi fiscali e la riduzione del prezzo del gasolio per il loro settore e dell’Iva sui loro prodotti Nel corso della riunione, secondo quanto riferito da Stournaras, “abbiamo ascoltato tutti i problemi degli agricoltori e abbiamo spiegato loro che, nell’ambito dell’attuale politica economica, le possibilità di venire incontro alle loro richieste sono limitate, però continueremo nei nostri sforzi.

Da parte loro gli agricoltori, che sono in agitazione da un mese, non sono rimasti soddisfatti e – secondo quanto ha detto al termine dell’incontro il presidente delle Associazioni agricole di Karditsa, Vanghelis Boutas – sono decisi a proseguire la loro lotta. “Abbiamo discusso di tutte le nostre richieste”, ha affermato Boutas. “Loro si sono richiamati all’adeguamento del programma di risanamento economico e ci hanno risposto che le nostre richieste non possono essere soddisfatte. La lotta continua e sarà intensificata”, ha concluso Boutas, dando appuntamento ai suoi colleghi per le 11:00 di questa mattina al blocco stradale di Nikaia, per decidere sul futuro delle loro iniziative di lotta.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Grillo: al Quirinale mi piacerebbe Dario Fo

Articolo successivo

Ecco cosa accadrà per ogni punto di spread in aumento