Grande Nord, sgombrato banchetto a Monza

Monza

“A Monza l’amministrazione di centrodestra ci impedisce di raccogliere le firme al mercato. Questa è la loro idea di democrazia?”. Così si legge in una nota di GRANDE NORD. “Il banchetto di GRANDE NORD – si legge – era stato posizionato alle 8.30 nel piazzale del mercato più GRANDE di tutta la Brianza, per l’ultimo round di raccolta firme per le elezioni regionali della Lombardia. Dopo meno di un’ora, ecco gli agenti della Polizia Locale del capoluogo brianzolo a far sgomberare il gazebo. Ci impediscono di raccogliere le firme – afferma Matteo Brambilla, militante di Monza – i vigili che rispondono all’assessore leghista del Comune di Monza ci hanno costretto a sgomberare, sostenendo di non aver ricevuto la richiesta di occupazione del suolo pubblico, nonostante avessimo esibito loro la prova dell’avvenuto invio della richiesta di autorizzazione via Posta Elettronica Certificata. Ci è stato impedito persino di tenere un tavolino da meno di un metro quadrato per raccogliere le firme. È un atto anti-costituzionale: è questa l’idea di democrazia delle forze politiche che si sono autoesentate dall’affrontare la missione impossibile della raccolta firme?”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Salvini:liste Lega non sono chiuse,su Bossi ancora non ho deciso "Ma io a differena di Renzi non accoltello alle spalle"

Articolo successivo

Parlamento, Grande Nord chi mette in pista