Grande Nord in piazza con gli autonoleggiatori sotto Regione Lombardia. Bernardelli: io difendo il lavoro, e il governatore?

di Roberto Bernardelli – Noi difendiamo il lavoro. Il lavoro è un diritto, Grande Nord sta con chi fa impresa e con i lavoratori. Lo dico in prima persona da imprenditore che onora sempre tutti gli impegni, che applica i contratti, che li rispetta, che mantiene la parola data. Io lo faccio sempre, i fatti non mi smentiscono. Mentre la Regione può essere smentita. La manifestazione in piazza sotto l’ente che ci rappresenta per l’agitazione, la protesta degli ncc, la categoria che ha pagato un prezzo suicida per il covid, gli autonoleggiatori, ci dice che qualcuno non ha mantenuto la promessa. Hanno chiesto otto mesi fa di ricevere sostegno, di essere impiegati per implementare il trasporto pubblico locale che da mesi è in sofferenza per l’impossibilità di poter evitare assembramenti e calche nelle ore di punta. Invece sono stati ignorati.

Il turismo è fermo, i viaggi sono fermi, gli spostamenti sono ridotti, si potrebbe viaggiare meglio, ma la Regione fa orecchie da mercante. Ecco perché saremo lì, questa mattina, a testimoniare la nostra solidarietà, la nostra coerenza, la nostra determinazione nel ribadire che il lavoro è una cosa seria, e che le istituzioni non possono girarsi dall’altra parte. Oggi siamo con gli organizzatori di questo flash mob, promosso da Thomas Avellino, imprenditore come me ed esperto di trasporti.

Onorevole Roberto Bernardelli, presidente Grande Nord

Photo of Hobi industri

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Lindipendenzanuova e uno scritto del suo direttore nella tesi di laurea sulla grande giornalista Rosanna Marani, amata da Gianni Brera

Articolo successivo

Crisi senza fine del lavoro autonomo