La Repubblica fondata sul Pd

di GIOVANNI D’ACQUINOtempi

Presto non vedremo più il Senato ma intanto anche oggi avere o non avere un Parlamento fa la differenza. Nell’ultimo dossier di Openpolis, emerge infatti che “non solo la percentuale di successo di una proposta del Governo è molto più alta rispetto a quelle del Parlamento. La disparità continua nei tempi di approvazione, i ddl dell’Esecutivo vanno mediamente due volte più veloce di quelli di Deputati e Senatori”. Renzi se la fa e se la racconta da solo.

Le iniziative di legge “del Governo, considerando anche la necessità di convertire i Decreti Leggi entro 60 giorni, viaggiano su binari privilegiati. Le proposte del Governo vanno due volte più veloci di quelle del Parlamento. Nell’attuale Legislatura con i Governi Letta e Renzi abbiamo le proposte del Governo che vengono approvate mediamente in 109 giorni, e quelle di Deputati e Senatori in 233 giorni”.

Quindi, quanto ci costa tenere insieme tutta la baracca se abbiamo un esecutivo che di fatto opera in regime di monopolio legislativo?

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Sondaggio in Svizzera: noi con la Ue non vogliamo più trattare

Articolo successivo

Sacchi, "troppi stranieri nelle giovanili". Apriti cielo. Mettetelo in galera