Golpe del governo sul Salva Stati. Ma è dal 1859 che i governi ratificano e scappano

76967065_10217793664065128_2936585735752384512_n

 

Dai social

di Giuseppe Reguzzoni – Grande stupore perché il “governo” avrebbe firmato le modifiche al MES (le regole del fondo salva-stati, ndr) senza il voto del Parlamento. Nulla di nuovo sotto il sole d’Italia: è dal 1859 che i trattati sono ratificati senza voto o con voto farlocco (plebisciti). Nel 1915 un signore a cui sono dedicate molte piazze e vie in Italia, tal Sidney Sonnino, firmò l’entrata in guerra dell’Italia, contro gli alleati del giorno prima, senza voto del Parlamento. 650.000 morti. L’8 settembre 1943 i savoia (minuscolo), con tutta la classe dirigente ministeriale romana, scapparono oltre le linee alleate, senza avvisare nessuno e lasciando dietro di sè morte e desolazione. Questo paese badoglia da sempre. Di che vi lamentate? Studiate, che è meglio.

 

*Nota bene: Un Paese che chiede aiuto al Mes (per acquistare ad esempio i propri titoli del debito), dovrebbe ristrutturare preventivamente il proprio debito, se questo non è giudicato sostenibile dallo stesso Mes. Per ottenere insomma gli aiuti, occorre risanare il debito.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Cosa scriveva Giorgia, compagna di Matteo sui catalani: Madrid difende la libertà della patria!

Default thumbnail
Articolo successivo

Alitalia, Boni: non si risana, si "ricatta". L'Italia è questa tragedia sul nostro conto corrente