Dittatura spagnola. Il Tribunale boccia la consultazione alternativa a referendum catalano

di REDAZIONEcata

Divieto di pensiero, divieto di parola, divieto di esistere. Ed è arrivato ancora un ‘no’ dalla giustizia spagnola alla consultazione sull’indipendenza della Catalogna, alternativa al referendum, annunciata dalla Generalitat per domenica prossima. Il Tribunale Supremo spagnolo ha rigettato anche il ricorso con cui Barcellona chiedeva la sospensione della decisione con cui era stato bloccato il referendum. La settima sala dell’alto tribunale amministrativo ha respinto infatti all’unanimità il ricorso – informano fonti giuridiche citate dai media – sottolineando la sua inammissibilità, dal momento che la competenza esclusiva in materia è della Corte costituzionale e di nessun altro organo giurisdizionale dello Stato spagnolo.

Print Friendly, PDF & Email

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Catalogna, 7mila agenti pronti a fermare il voto se lo chiede la Procura

Articolo successivo

I Signori del Nord, la tetralogia di Wagner e Bobbio sulla rivista di Terra Insubre