Galli (Sacco): vaccinare chi è guarito è inutile

Vaccinare contro Covid-19 le persone che da Covid sono guarite potrebbe essere inutile – almeno per alcuni mesi finché dura l’immunità acquisita dopo essere entrati in contatto con il coronavirus Sars-CoV-2 e averlo vinto – ma forse anche rischioso. L’avvertimento arriva da Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco e dell’università degli Studi di Milano, che in queste ore ha messo il tema ‘sul piatto’ anche in tv e su Twitter, e che all’Adnkronos Salute spiega: “Io non ho notizie dirette perché non ho avuto direttamente casi di questo tipo, però cominciano a esserci delle segnalazioni di qualche effetto collaterale in più” per i vaccinati che avevano già avuto l’infezione. “Magari anche semplicemente disturbi nel sito di inoculo – precisa l’esperto – Ma se uno ha già un’immunità attivata, e tu gli fai il vaccino” che gliela attiva ancora di più, “è più facile che a distanza anche di un tempo ragionevole ci sia un po’ di reazione, perché quella persona l’immunità attivata contro Sars-CoV-2 ce l’ha già”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

"Andrà tutto bene" - Bankitalia: maggior calo del reddito in 20 anni

Articolo successivo

Assessore si lamenta che Roma non invia i fondi. Ma censura il residuo fiscale