GALLI SU BONI: “IN LEGA NON LO SEGUE PIU’ NESSUNO”

di REDAZIONE

Davide Boni (a sinistra) lo scandisce chiaramente: “L’alleanza con il Pdl è morta e sepolta”. Il presidente del consiglio regionale del Carroccio usa le parole del “colonnello” Roberto Calderoli. Stefano Galli (a destra), che della Lega Nord è il capogruppo in consiglio regionale, lo attacca frontalmente. E in un’intervista ad Affaritaliani.it non usa mezzi termini: “Boni è il presidente di se stesso, il gruppo non lo segue più. Formigoni? Si deve preoccupare se quelle parole le dico io, non se le dice lui”. E ancora: “Uno solo può staccare la spina, ed è Bossi. Boni sta provando a darsi un po’ di visibilità. Non è lui l’interlocutore con la Giunta e il segretario federale”.

Capogruppo Stefano Galli, che cosa ne pensa di quel che ha detto Boni?
Sa che io Davide Boni non lo seguo?

Ma è il vostro presidente del consiglio. Comunque: ha detto che l’alleanza con il Pdl è morta e sepolta.
Ha ripetuto quello che ha detto Calderoli.

Appunto. E allora?
Lui è il presidente di se stesso. Non c’è più nessuno nel gruppo che lo segue. E’ veramente isolato. Sta cercando di darsi un po’ di visibilità. Magari per le prossime elezioni: vorrà andare a Roma. Detto questo: non mi preoccupo di quel che dice Boni.

Quindi?
Quindi Formigoni non deve preoccuparsi di quel che dice lui. Deve preoccuparsi di quel che dico io.

E lei che cosa dice?
Dico che l’alleanza in Regione Lombardia continua esattamente come prima. L’unico che può staccare la spina è uno solo: Umberto Bossi. E me lo deve dire lui: una volta che me lo dice lui si va a casa.

Bossi non le ha detto niente, insomma.
No, assolutamente. Devo dire che Davide è un bravo ragazzo ma…

Mi pare che ci sia un contrasto interno nella Lega…
Voi fate il vostro mestiere, con certe cose ci andate a nozze.

Facciamo i giornalisti, se ci sono contraddizioni le facciamo emergere.
Vabbè, facciamo così: Davide Boni è un bravo ragazzo, ma di suo non gli viene fuori niente. Per questo che ripete quel che dice Calderoli. Che tra l’altro non sarà molto felice: Calderoli parla del livello nazionale, Boni della Lombardia. Ma non è lui l’interlocutore con la Giunta e con il Segretario Federale.

di Fabio Massa

FONTE ORIGINALE: http://affaritaliani.libero.it/milano/stefano-galli-lega-nord-200212.html

Print Friendly, PDF & Email

8 Comments

  1. Strano comunque come Galli cerchi visibilità parlando di Boni, sarà che magari NON lo caga nessuno???
    Galli è solo un vecchio bav… che si fa scarrozzare in giro dall’auto blu di Gibelli… Coerente?? si eccome. Ha anche rifiutato la proposta di tagli indennità! povero uomo

  2. Ricordate, smemorati, che Galli fece in un congresso un favore enorme a Bossi rappresentando per lui l’opposizione costruita a tavolino in due minuti…quindi politicamente ha un suo bel ruolo storico e sa quel che dice. Boni è solo un povero vanesio già segnato…..

  3. Che c’entra roma con milano? Calderoli spinge maroni allo scontro con bossi per farlo fuori. bobo svegliati o farai la fine di fini.galli ha straragione la lega si chiama umberto bossi.

  4. lascio qui un messaggio per Boni e per Galli e per alcuni altri, che certamente domani mattina saranno appiccicati qui a leggere questo articolo.
    Se non la piantate tutti quanti, ve la stacco io la spina e poi la uso per ficcaverla su in quel posto.
    firmato: som senza incarichi.

    • mizzega la militante donna con le palle: Non se ne può più delle mutazioni genetiche leghiste: la culona parlante, la nana veggente, la strega pensante, la baffona presentante…che caravanserraglio!!!!

  5. diciamo che nella mia precedente esperienza politica in lega devo confessare che tra il BONI e GALLI c’è un abisso a vantaggio di GALLI ! ( In termini di credibilità e coerenza……)
    Persone come BONI mi hanno fatto capire che la lega non era più quel movimento a difesa del Nord ma solamente un intreccio di affari e potere basato su un sistema clientelare ne più ne meno di altri partiti “romani” …

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

MARIO MONTI HA PARLATO CHIARO SULLE BANCHE

Articolo successivo

I SARDI HANNO LE PALLE PER CONTESTARE NAPOLITANO