Sicilia palla al piede? No grazie! Liberiamo il piede dalla palla

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu, che pure hanno criticato e criticano la “politica” lombardiana, esprimono apprezzamento per la battuta finale del recente discorso in Aula con il quale Raffaele LOMBARDO ha formalizzato le proprie dimissioni dalla carica di Presidente della Regione Siciliana. La frase suona, sostanzialmente, così: “Se lo Stato ci considera una palla al piede, piuttosto che essere quotidianamente vituperati, è meglio staccarsi dal piede”!

Insomma: quando ci vuole, ci vuole!

Era doveroso un atto di dignità e di orgoglio. Ne diamo merito al Presidente uscente. L’FNS non dimentica, tuttavia, che la Sicilia ha anche NEMICI interni, al servizio di interessi estranei ed ostili alla Sicilia stessa.

Non dimentichiamo la MALA-POLITICA e la MALA-AMMINISTRAZIONE, i voti di scambio. Le lottizzazioni, eccetera eccetera. Non dimentichiamo i tentativi in corso di costituire la REGIONICCHIA Calabro-Sicula dello Stretto. Non dimentichiamo la cattiva intenzione di DIVIDERE la Sicilia in due o tre regionicchie. Non dimentichiamo il Ponte-Imbuto sullo Stretto di Messina. Non dimentichiamo che la Mafia e la “CULTURA” mafiosa non sono molto distanti dalla politica politicata. Non dimentichiamo che manca una strategia siciliana per l’economia siciliana. Non dimentichiamo l’ASCARISMO dilagante.

Non dimentichiamo, infine, che l’ANTISICILIA si mette spesso le vesti del Sicilianismo. Non dimentichiamo il ruolo dei “cavalli di TROIA”.

Non aggiungiamo altro. A buon intenditor…

A N T U D U !

‘U Sukritariu Pulitiku Nazziunali FNS – Pippu SCIANO’

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Extracomunitari: dalla Lombardia rimesse per 1,6 miliardi

Articolo successivo

Da Ottobre tutti i conti correnti saranno spiati per legge